INFORMAZIONI

 

Informazioni sull'associazione e come si diventa "Radioamatori di Marina". 

Leggi

I MARINAI

 

Una carrellata di alcune foto personali in divisa e non, di  "Radioamatori di Marina". 

Leggi

NEWS

 

News delle attività programmate dell'Associazione Radioamatori Marinai Italiani. 

Leggi

CALENDARIO

 

Calendario ufficiale delle attività dell'Associazione Radioamatori Marinai Italiani. 

Leggi

DX CHAT

 

Una DX Chat per tutte le attività dell'Associazione Radioamatori Marinai Italiani. 

Clicca qui

Il Diploma è stato ideato e organizzato dall'A.R.M.I. - Associazione Radioamatori Marinai Italiani - e la partecipazione è aperta a tutti gli OM e SWL del mondo.

Con il diploma "92° Anniversario varo della Nave Scuola Amerigo Vespucci" si vuole ricordare il varo effettuato il 22 febbraio del 1931 a Castellammare di Stabia.

La regina delle nostre navi compie 92 anni. L'Amerigo Vespucci, l'unità più antica della Marina Militare Italiana, considerata 'la nave più bella del mondo', è il simbolo della marittimità nazionale, custode di antiche tradizioni e ambasciatore dell'Italia nel mondo, si appresta a festeggiare il suo compleanno.

 

"La sua polena dorata ha solcato tutti i mari del globo e le sue vele sono state gonfiate dai venti di tutti i quadranti, ma questo vascello senza tempo, orgoglio della Marina Militare, è sempre pronto a vivere nuove avventure.

 

REGOLAMENTO

PERIODO di validità

Il diploma avrà inizio il 18 febbraio 2023 (08:00 UTC) e si concluderà il 26 febbraio 2023 (23.59 UTC).

STAZIONI

Saranno attive le seguenti stazioni:

- Stazioni Jolly: II9AV

- Sezioni A.R.M.I.: IQ0PM - IQ7UJ - IQ7AAJ - IQ8XS - IQ9MQ - IQ9AAF - IQ9AAH - IQ9AAK

- Sezione A.R.I. Castellamare di Stabia: IQ8ST

MODI

Sono consentiti i seguenti modi: CW – SSB – RTTY – PSK – FT8 – FT4

BANDE

Tutte le bande HF, secondo il Band Plan IARU:
80 – 60 – 40 – 30 – 20 – 17 – 15 – 12 – 10 m.

PUNTI QSO

Contatto con stazioni Jolly 15 punti (tutti i modi);

Contatto con sezione ARI/ARMI 6 punti (CW);

Contatto con sezione ARI/ARMI 4 punti (SSB);

Contatto con sezione ARI/ARMI 2 punti (DIGI);

Le stazioni attivatrici possono essere collegate più volte al giorno su bande e modi diversi.

CLASSIFICA

L’award prevede una classifica unica per cacciatori, ed è visibile in tempo reale sulla piattaforma hamaward.cloud (tramite proprio account oppure sulle pagine delle stazioni attivatrici su QRZ.com).

AWARD

L’intera gestione dell’award sia per gli attivatori che per i cacciatori è devoluta interamente e in real time alla piattaforma hamaward.cloud

CHIAMATA

La chiamata sarà come segue:

CW / PSK31-RTTY: CQ CQ DE II9AV  92 ANNIVERSARIO NAVE VESPUCCI K

SSB : CQ CQ da II9AV – 92 ANNIVERSARIO VARO NAVE AMERIGO VESPUCCI.

PREMI

Le prime tre stazioni che avranno ottenuto il punteggio più elevato in assoluto, riceveranno un premio;

Tutte le stazioni potranno scaricarsi il diploma in formato grafico, effettuando il download dalla piattaforma hamaward.cloud al raggiungimento di 92 punti e al termine della gara.

RICHIESTA PLACCA

Per la manifestazione è stata ideata una placca ricordo dell’evento, che al solo costo forfettario di 40 euro (compreso di imballo e spese di spedizione) potrà essere richiesta all' Award manager:

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Le stazioni che lo desiderano, potranno inviare il contributo per la placca tramite le seguenti modalità:

- via “POSTEPAY”  4023600964377842 intestata a Mattei Alberto;

- via “PAYPAL” al seguente indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- BONIFICO BANCARIO: IBAN IT46V0200884625000103416422 c/o UNICREDIT filiale di Augusta.

DQSL/EQSL

Tutte le stazioni possono scaricarsi automaticamente dopo il contatto, la digital QSL. Al termine della manifestazione tutte le stazioni attivatrici provvederanno a caricare il loro log anche su Eqsl.cc

 

 


 

 

 

Amerigo Vespucci: una storia affascinante

Amerigo Vespucci, il veliero dalla storia ricca e affascinante; la decisione di costruirlo risale al 1925, per sostituire l'omonima nave scuola della classe Flavio Gioia, un incrociatore a motore e a vela, posto in disarmo del 1928 e ormeggiato a Venezia, utilizzato come asilo infantile per gli orfani dei marinai.

L'Amerigo Vespucci fu progettato con l'imbarcazione gemella di dimensioni diverse Cristoforo Colombo, dall'ingegnere Francesco Rotundi, tenente colonnello del Genio navale e direttore dei Regi cantieri navali di Castellammare di Stabia, attraverso i progetti del veliero Monarca, l'ammiraglia della Real Marina del Regno delle Due Sicilie.

Al tempo, la Real Marina era considerata all'avanguardia e assieme a quelle liguri costituirono il primo nucleo della flotta militare italiana, di cui si trova testimonianza nel Museo navale di La Spezia. Il prototipo fu costruito dal modellista navale ufficiale dei Cantieri Navali di Stabia Michele Filosa. La nave scuola fu varata il 22 febbraio 1931 a Castellammare di Stabia e partì il 2 luglio, una volta terminati tutti gli allestimenti, per Genova, dove il 15 ottobre 1931 ricevette la bandiera di combattimento. Il comandante che la ricevette fu Augusto Radicati di Marmorito, che ebbe il compito di affiancare la Cristoforo Colombo nell'attività di addestramento.

Con la Colombo e un'altra nave più piccola furono eseguite diverse crociere di addestramento nel Mediterraneo e nell'Atlantico. Al termine della seconda guerra mondiale, la Cristoforo Colombo fu ceduta all'URSS, quale risarcimento dei danni di guerra, assieme ad altre unità, per effetto degli accordi internazionali di pace che furono presi.

 

L'Amerigo Vespucci come nave scuola a vela

Per alcuni anni, nel periodo tra il 1946 e il 1952, l'Amerigo Vespucci fu l'unica nave scuola a vela della marina militare italiana, fino all'entrata in servizio dell'Ebe, un brigantino goletta del 1921, e poi affiancato nel 1955 dal Palinuro, un altro veliero francese.

Rimane il fatto che l'Amerigo Vespucci, attualmente, è la più anziana nave della Marina Militare tuttora in servizio.


Caratteristiche tecniche e tradizioni dell'Amerigo Vespucci

L'Amerigo Vespucci è un veliero di lunghezza 82 metri di scafo mentre da poppa a bompresso è di 101 metri, mentre la larghezza è di 15,56 metri. La velatura complessiva è di 2650 metri quadri su 24 vele quadre e di straglio, realizzate in tela olona. L'alberatura è su tre alberi e bompresso, albero di maestra (54 metri), trinchetto (50 metri) e mezzana (43 metri). La nave è inoltre fornita di motori diesel ed elettrici, oltre ad alternatori per la fornitura di energia elettrica. La velocità è di 10 nodi, corrispondenti a circa 19 km orari. L'equipaggio è composto da 470 persone, e tutti i lavori di manutenzione eseguiti sono stati svolti in modo da mantenere lo splendore originale della nave.

L'Amerigo Vespucci da sempre mantiene vive le sue tradizioni, come le vele, che sono realizzate ancora in tela olona, un materiale vegetale, e le manovre, che sono rigorosamente eseguite ancora a mano. A bordo, gli ordini vengono impartiti dal comandante, tramite il nostromo, con il fischietto. L'imbarco e lo sbarco di un ufficiale avviene con gli onori al barcarizzo, in base al grado dell'ospite.

L'Amerigo Vespucci ha avuto tre diversi motti, nel tempo. Dal 1931 al 1946 è stato: "Per la Patria e per il Re", sostituito dal 1946 al 1978 con "Saldi nella furia dei venti e degli eventi". Dal 1978, ufficializzato ad oggi, il motto dell'Amerigo Vespucci è questo: "Non chi comincia ma quel che persevera".

 

Le campagne di addestramento dell'Amerigo Vespucci

L'addestramento avviene attraverso delle campagne che prevedono delle crociere di istruzione. Ne sono state effettuate 71, e con itinerari diversi. Nello specifico, sono state effettuate 37 crociere in Nord Europa, 20 nel Mediterraneo, 4 nell'Atlantico Orientale, 7 in Nord America, 1 in Sud America e 1 circumnavigando il Globo.

In alcune occasioni particolari l'Amerigo Vespucci è stato anche chiamato a svolgere alcuni compiti da ambasciatore sul mare dell'arte, della cultura e dell'ingegneria italiana, ormeggiando in alcuni importanti porti come Auckland (Nuova Zelanda) nel 2002 per l'America's Cup, oppure ad Atene nel 2004 per le Olimpiadi, e molte altre importanti occasioni dove il veliero ha avuto un ruolo da protagonista.

C'è stata un'occasione degna di nota, nel 1962, quando l'Amerigo Vespucci incontrò nel Mediterraneo la portaerei statunitense USS Independence, che con il segnalatore luminoso chiese: "Chi siete?". Alla domanda il veliero si presentò come "Nave scuola Amerigo Vespucci, Marina Militare Italiana". La nave statunitense rispose: "Siete la più bella nave del mondo". Un'occasione più che degna di nota: memorabile!


Lo sapevi che puoi visita in realta virtuale l'Amerigo Vespucci ?
Guarda subito il tour on-line


[articolo  tratto da www.viceconti.it ]

Form online 

AMERIGO VESPUCCI

GUGLIELMO MARCONI

Logs 

Bollettino dei Marinai

Chi è on-line

Abbiamo 62 visitatori e nessun utente online

ARMI QSL

QSL_IZ3XGV.jpg

Marina Militare

    Marina Militare

Musei

Radioamatori di Marina in ITALIA

SOStienici

Login Form

Comunicazioni

»  Blog
»  Forum
»  Privacy
»  Cookie Policy

Link istituzionali

Social Icons

Template Settings
Select color sample for all parameters
Red Green Blue Gray
Background Color
Text Color
Google Font
Body Font-size
Body Font-family
Scroll to top